L'Inps sta procedendo al riesame d'ufficio delle domande di Ape Sociale e dei Lavoratori Precoci alla luce dei diversi criteri indicati dal Ministero del Lavoro.
I dati sono stati forniti dall'Inps durante il confronto sul capitolo previdenza tra Governo e Sindacati.  
Coloro che hanno prestato attività lavorativa in presenza di una invalidità superiore al 74% hanno diritto agli sconti previsti dalla legge 388/2000 pari a due mesi per ogni anno di lavoro svolto. 
Saranno accolte le domande di Ape sociale/Precoci presentate prima della scadenza dell'ammortizzatore sociale a condizione che sia terminato entro il 14/7. 
L’istituto di previdenza ha comunicato i primi dati ufficiali: respinte il 64,89% delle richieste di Ape sociale; il 70,13% per i precoci. Ma è attesa per il riesame alla luce delle direttive ministeriali. 
La conferenza dei servizi ministeriale che dovrà verificare l'utilizzo delle risorse avverrà il prossimo 25 Ottobre 2017. Al via anche il riesame delle domande bocciate sulla base delle nuove interpretazioni ministeriali. 
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati