Menu

Agricoltori, Per lo sgravio contributivo degli under 40 domande entro 210 giorni

I chiarimenti in un documento dell'Inps. Domande respinte per chi non presenta istanza di ammissione all'incentivo tempestivamente dopo l'avvio dell'attività.

Gli agricoltori che avviano l'attività nel 2020 hanno 210 giorni per presentare all'Inps la domanda di ammissione al nuovo sgravio contributivo biennale riconosciuto dalla legge di bilancio 2020. Scaduto questo termine, ancorchè sussistano tutti i requisiti di legge, l'Inps non potrà procedere all'accoglimento delle domande. Lo rende noto l'Inps nel messaggio numero 2787/2020 pubblicato ieri dall'ente di previdenza ad integrazione delle indicazioni già fornite con la Circolare 72/2020.

Sgravio biennale

I chiarimenti riguardano le modalità di fruizione del nuovo esonero contributivo stabilito dall'articolo 1, co. 503 della legge 160/2019 (legge di bilancio per il 2020) in misura pari al 100 per cento per le nuove iscrizioni nella previdenza agricola effettuate tra il 1° gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2020 da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali con meno di quaranta anni. L'esonero sarà riconosciuto in un importo pari al 100% della contribuzione IVS (è escluso dall'esonero il contributo di maternità di 7,49€ ed il contributo Inail dovuto, quest'ultimo, solo dai coltivatori diretti) solo per i primi due anni di iscrizione alla gestione previdenziale dei coltivatori diretti e IAP.

Istanze entro 210 giorni

A tal riguardo l'Inps spiega che l’istanza di ammissione all’incentivo deve essere presentata entro 120 giorni dalla data di comunicazione di inizio attività. Le istanze di ammissione al beneficio presentate oltre 210 giorni dall’inizio dell’attività saranno respinte. Essendo il beneficio soggetto alla regola del de minimis comunitaria l'Istituto procederà al controllo del massimale stabilito dalla normativa comunitaria (dal 1° luglio 2020 il check verrà effettuato tramite il Registro Nazionale Aiuti) all'esito della quale verrà comunicato l'accettazione o meno dell'istanza di ammissione all'incentivo. I richiedenti riceveranno una comunicazione all'indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda di ammissione al beneficio con l’invito ad accedere al Cassetto previdenziale per Autonomi Agricoli per verificare l’esito dell’istanza.  In caso di esito positivo, l’avviso di pagamento relativo alla tariffazione elaborata nel corrente anno 2020, relativo anche ad anni pregressi, sarà rielaborato tenendo conto del riconoscimento del beneficio dell’esonero contributivo.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

Documenti: Messaggio Inps 2787/2020 

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici