Menu

Indennizzi COVID-19, Ok alle mensilità aggiuntive nelle ex "zone rosse"

L'Inps ha aggiornato l'applicativo che consente l'inoltro delle domande online per i lavoratori autonomi nei comuni maggiormente colpiti dall'emergenza epidemiologica da COVID-19.

E' attivo il servizio online dell'INPS per la presentazione della domande per l'indennità mensile aggiuntiva di 500 euro a favore dei lavoratori autonomi e dei collaboratori che svolgevano l'attività lavorativa alla data del 23 febbraio 2020 nei Comuni della ex zona rossa o erano, alla medesima data, negli stessi residenti o domiciliati. Lo rende noto l'INPS in un comunicato stampa diffuso oggi.

Il beneficio, come già anticipato nei giorni scorsi, è stabilito dall'articolo 44-bis del dl n. 18/2020 convertito con ln 27/2020 (c.d. decreto Cura Italia) a favore dei: a) collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata; b) liberi professionisti, titolari di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo di cui all’articolo 53, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR), iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335/1995; c) liberi professionisti iscritti alle Casse autonome professionali; d)  lavoratori che alla data del 23 febbraio 2020 erano in attività lavorativa e iscritti alle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi artigiani, commercianti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni (sono ricomprese le figure degli imprenditori agricoli professionali iscritti alla gestione autonoma agricola, nonché i coadiuvanti e coadiutori artigiani, commercianti e lavoratori agricoli iscritti nelle rispettive gestioni autonome).

Per l'ammissione al beneficio è necessario al 23 febbraio 2020 aver svolto la relativa attività lavorativa nei comuni delle ex zone rosse (si tratta dei comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini, Vo') o fossero ivi residenti o domiciliati (sempre al 23 febbraio 2020). Consiste in un’indennità mensile aggiuntiva (rispetto alle altre indennità covid-19 a cui eventualmente l'interessato abbia avuto diritto) pari a 500 euro, esente dal prelievo fiscale, per un massimo di tre mesi, parametrata all'effettivo periodo di sospensione dell’attività.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre cinquantamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici