Partirà nei prossimi giorni la campagna di accertamento dell'esistenza in vita più volte sospesa a causa del dilagare dell'emergenza da COVID-19.
Lo precisa l'Agenzia delle Entrate in risposta ad un quesito posto da un contribuente estero. La titolarità di una pensione italiana non è ostativa all'applicazione del regime agevolato in presenza degli altri requisiti di legge.
A causa dell'emergenza COVID l'Inps ha sospeso definitivamente la campagna 2019-2020 ed ha invertito i lotti geografici della campagna dell'anno prossimo. Il nuovo calendario riprende da Ottobre 2020.
Le attività marginali in termini di tempo e remunerazione svolte in paesi SEE non possono essere considerate valide ai fini della formazione di un valido contributo nell'assicurazione straniera. I chiarimenti in un documento dell'Inps.
Per la Corte di Giustizia Europea è legittimo il diverso trattamento fiscale riservato agli ex dipendenti pubblici che si trasferiscono fuori dall'Italia dopo il pensionamento. 
Le indicazioni in un documento dell'Inps. L'Istituto non sospenderà il pagamento della pensione per i residenti all'estero interessati nella cd. prima fase dell'accertamento dell'esistenza in vita che non abbiano riscosso personalmente la pensione entro il 19 marzo 2020.
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati