La Corte Costituzionale ha depositato la sentenza numero 120 dell'11 Aprile scorso. Stop al divieto che impedisce la formazione di associazioni sindacali tra militari.
Giunge a termine il lungo iter iniziato con il decreto legislativo 97/2017 di riordino delle carriere. I provvedimenti saranno in vigore dal 29 maggio 2018.
L'adeguamento alla speranza di vita colpirà anche il comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico. Per la pensione di anzianità occorrerà attendere 58 anni di età più una finestra di 12 mesi. 
La Corte Costituzionale ha respinto la questione di legittimità costituzionale sollevata dalla Corte dei Conti della Regione Lombardia. Il militare che cessa il servizio senza diritto a pensione non può valorizzare ai fini pensionistici la maggiorazione di un terzo per il servizio di volo. 
L'intesa raggiunta lo scorso 26 Gennaio 2018 riguarderà il rinnovo del contratto per più di 450mila lavoratori, tra Forze Armate, Arma dei Carabinieri, Guarda di Finanza, Polizia di Stato e Polizia Penitenziaria. 
Anche nel 2018 per i lavoratori del comparto difesa e sicurezza la pensione può essere conseguita a partire dai 57 anni e 7 mesi di età unitamente a 35 anni di contribuzione o con 40 anni e 7 mesi di contributi a prescindere dall'età anagrafica. 
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati