La riforma attesa entro la fine dell'anno. L'ipotesi che si fa strada è rendere strutturale l'ape sociale a favore di chi ha svolto i mestieri più duri.
Per il presidente dell'Inps, per il dopo Quota 100 servono forme di flessibilita' previdenziale realistiche e compatibili con le esigenze dei conti pubblici a partire dagli strumenti gia' esistenti per le attivita' gravose.
Le ha presentate ieri il Presidente dell'INPS, Giovanni Tridico, nella Relazione annuale illustrata alla Camera. Centrale il ruolo dell'Istituto di Previdenza anche nella gestione degli ammortizzatori sociali e degli indennizzi economici legati alla pandemia.
Una guida alle principali modifiche apportate dal dl n. 41/2021 ai lavoratori del settore. Dal 1° luglio per attori, ballerini ed orchestrali bastano 90 giorni di contributi per coprire l'annualità di contribuzione.
La proposta del Presidente dell'INPS sul tavolo delle ipotesi di riforma del sistema pensionistico pubblico dal 2022. Ma per una decisione bisognerà attendere la seconda parte dell'anno.
Secondo la bozza del Recovery Plan, il modello di pensionamento anticipato uscirà di scena alla fine del 2021. Al suo posto scivoli selettivi sulla base dei criteri esistenti: ape sociale, pensione anticipata per gli usuranti ed opzione donna.
Pagina 1 di 80
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.