Fisco

Fisco

Dal prossimo mese i dipendenti pubblici potranno rivolgersi all'Inps, in veste di finanziatore, per incassare prima il trattamento di fine rapporto o di fine servizio (Tfr/Tfs) ed evitare di attendere gli ordinari tempi della liquidazione (fino a otto anni dopo la pensione) o il prestito alla banca.
Lo prevede un passaggio della Finanziaria. Le aziende e i professionisti potranno ottenere l'esenzione dal versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali anche nel 2023. I chiarimenti in un documento dell'Inps.
Indubbia la rilevanza «pubblica» delle attività medico-sanitarie svolte dalle ULSS di una regione. Sì, invece, alla detassazione della pensione erogata dall'ENPAM. I chiarimenti in un documento dell’Agenzia delle Entrate.
I lavoratori dipendenti, sia del pubblico che del privato, in possesso di 62 anni e 41 di contributi entro il 31 dicembre 2023 potranno optare per la corresponsione in busta paga della quota di contribuzione a loro carico.
Lo prevede un passaggio della legge di bilancio per il 2023. Esonerati dal versamento dei contributi previdenziali per due anni gli under 40 che si iscrivono per la prima volta alla previdenza agricola.
I chiarimenti in un documento dell’Inps. Entro il 16 aprile si dovrà versare il contributo dell’1,5% destinato al finanziamento della Cassa Integrazione per i lavoratori assunti con contratto di apprendistato non professionalizzante.
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati