Fisco

Fisco

Conto salato nel 2023 per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni INPS a causa dell'adeguamento del minimale all'inflazione registrata nel 2022 (+8,1%). La contribuzione minima nel 2023 splafona per la prima volta i 4.000€ annui.
Decisione preso con voto unanime dal cda di Cassa forense. Disposto l'adeguamento dei contributi minimi dovuti e il tetto per il calcolo delle future pensioni.
L’Inps aggiorna di nuovo i tassi di interesse per dilazioni e sanzioni civili dopo il quinto aumento del costo del denaro stabilito dalla Banca Centrale Europea. L'interesse annuo sale dall'8,5% al 9%.
Servirà a proteggere i dati personali degli utenti e prevenire frodi e truffe online. Il controllo supplementare sarà attivato solo quando l'utente chiede l'accesso ai servizi dell'Istituto con credenziali diverse da quelle già utilizzate.
Il contributo previdenziale garantisce copertura assicurativa per la pensione, la maternità, la disoccupazione, gli assegni al nucleo familiare, nonché l'assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali.
I chiarimenti in un documento dell'INPS che riepiloga, come di consueto, i contributi e le scadenza per gli iscritti alla gestione separata. Il contributo minimo per l'accredito dell'annualità sale a 4.591€ per i professionisti e a 6.131€ per i collaboratori.
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati