Menu

Inail, Per il triennio 2019-2021 scatta la riduzione dei premi

I chiarimenti in un documento dell'Istituto assicuratore dopo la novella contenuta nella legge di bilancio per il 2019. Per consentire l'applicazione delle nuove tariffe da gennaio 2019, sono stati prorogati i termini dell'autoliquidazione 2018/2019 al 16 maggio 2019.

La revisione dei premi Inail per il triennio 2019-2021 si porta dietro lo slittamento dei termini di autoliquidazione dei premi per l'anno 2018/2019. Lo spiega l'Inail in una nota diffusa l'altro giorno, illustrando le novità dell'art. 1, comma 1125, della legge n. 145/2018 (bilancio 2019). A beneficiare della proroga saranno però solamente le tariffe dei dipendenti, degli artigiani e del settore della navigazione, ai quali di conseguenza non è più applicabile lo sconto (in misura pari al 15,24%) della legge 147/2013 (il cd. cuneo).

Sconto per il triennio 2019-2021

La legge di bilancio per il 2019 ha disposto, infatti, una riduzione dei premi e contributi dovuti nel triennio 2019-2021 per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali per 410 milioni di euro per il 2019, 525 milioni per il 2020 e 600 milioni per il 2021. Per quanto riguarda, invece, le risorse già destinate allo sconto, relativo all'attività di prevenzione della singola azienda, del tasso medio nazionale (di premio) inerente alla specifica lavorazione è stata prevista una riduzione, pari a 50 milioni, per ciascuno degli anni 2020 e 2021. La misura delle riduzioni delle tariffe saranno stabilite (in genere, con cadenza annua) con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, su proposta dell'INAIL. Ai fini del concorso alla copertura finanziaria dei conseguenti oneri, viene prevista una riduzione delle risorse destinate dall'INAIL al finanziamento dei progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro ed una riduzione delle risorse già destinate allo sconto, relativo all'attività di prevenzione della singola azienda, del tasso medio nazionale (di premio) concernente la specifica lavorazione.

Proroga autoliquidazione

Per consentire l'applicazione delle nuove tariffe da gennaio 2019, la legge bilancio ha previsto la proroga dei termini dell'autoliquidazione 2018/2019. In particolare spiega la nota; il termine del 31 dicembre 2018 entro cui l'Inail rende disponibili al datore di lavoro gli elementi necessari per il calcolo del premio assicurativo è stato differito al 31 marzo 2019; il termine del 16 febbraio 2019 entro cui inviare la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte è stato differito al 16 maggio 2019; il termine del 16 febbraio 2019 previsto per il versamento tramite F24 e F24EP dei premi ordinari e dei premi speciali unitari artigiani, dei premi relativi al settore navigazione, per il pagamento in unica soluzione e per il pagamento della prima rata in caso di rateazione è stato differito al 16 maggio 2019; il termine del 28 febbraio 2019 per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni è stato differito al 16 maggio 2019. Il differimento dei termini, precisa l'Inail, riguarda la tariffa ordinaria dipendenti (Tod) delle gestioni «Industria», «Artigianato», «Terziario» e «Altre Attività», nonché la tariffa dei premi speciali unitari artigiani e la tariffa premi del settore navigazione.

Restano confermati, invece, i termini di scadenza per il pagamento e per tutti gli adempimenti relativi ai premi speciali anticipati del 2019 relativi alle polizze scuole, apparecchi Rx, sostanze radioattive, pescatori, frantoi, facchini nonché barrocciai, vetturini, e ippotrasportatori. Detti premi, per il 2019, in attesa della loro revisione, continueranno a fruire della riduzione del «cuneo» (prevista dalla legge n. 147/2013), che per l'anno in corso è del 15,24%. Infine, l'Inail precisa che resta confermato al 18 febbraio il termine di scadenza dei premi per i lavoratori somministrati relativi al quarto trimestre 2018. 

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici