Menu

Naspi, Per i lavoratori sarà più facile controllare gli importi in pagamento

L'Inps ha reso disponibile per i lavoratori a cui la domanda di naspi è stata accolta il progressivo degli importi erogabili comprensivo della riduzione del 3% dal quarto mese di fruizione.

Conoscere con precisione l’importo delle rate della NASpI, l’indennità mensile di disoccupazione, sarà più facile. L'Inps informa che ha reso disponibile da ieri un servizio che consente di conoscere l'importo lordo delle rate mensili di naspi ai lavoratori a cui la domanda è stata accolta dall'Istituto di previdenza tramite l'area personale dell'interessato. Basta accedere da “Tutti i servizi” a “Nuova Assicurazione sociale per l’impiego ( NASpI): consultazione domande”, inserire le proprie credenziali (PIN o SPID) e trovare le informazioni relative all’ultima domanda presentata.

Il nuovo servizio riguarda la «nuova assicurazione sociale per l'impiego» (in sigla Naspi), che è l'indennità di disoccupazione introdotta dalla riforma Jobs act (dlgs n. 22/2015) al posto dell'Aspi e della Mini Aspi. Erogata a domanda dell'interessato, la Naspi spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinatoche involontariamente hanno perduto l'occupazione, inclusi apprendisti, soci lavoratori di cooperative e dipendenti pubblici assunti a termine. Non hanno titolo alla prestazione, invece, i dipendenti pubblici a tempo indeterminato, gli operai agricoli (Oti e Otd) per i quali è rimasta in vigore la disoccupazione agricola; i lavoratori extra Ue con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, i lavoratori che hanno maturato i requisiti per la pensione (vecchiaia o anticipato) e i lavoratori titolari d'assegno ordinario d'invalidità (che possono però optare per la Naspi in luogo dell'assegno ordinario d'invalidità).

La novità

In caso di accoglimento della domanda, cliccando su “Dettagli” si aprirà il prospetto di calcolo (scaricabile in pdf), nel quale è indicata la durata dell’indennità con gli importi lordi da liquidare mensilmente. Una nota avverte il beneficiario della progressiva riduzione del 3% a partire dal 4° mese di erogazione dell’indennità, prevista dalla normativa come criterio di calcolo. Inoltre, l’utente potrà verificare online autonomamente l’esito della domanda e gli accrediti della NASpI accedendo alla propria sezione “MyInps” e cliccando sulla voce “I tuoi avvisi”. Potrà trovare due tipi di avvisi: a)“Notifica della Comunicazione”, che rimanda tramite un link alla lettera di riscontro che comunica l’accoglimento/rigetto o la richiesta di ulteriore documentazione, spedita dall’Istituto tramite Postel e archiviata nel servizio Cassetta Postale online, dal quale l’utente può visualizzare e scaricare in pdf la comunicazione, che resta disponibile anche in caso di smarrimento della lettera; b)“Disoccupazione non agricola dal …”, avviso di liquidazione di ogni rata di NASpI contenente indicazione dell’importo lordo liquidato sull’ IBAN che si è indicato nella domanda.

Chi ha fornito il cellulare in fase di richiesta delle credenziali di accesso ai servizi online (PIN o SPID), riceverà anche un SMS di segnalazione dell’avviso di liquidazione della prima rata della prestazione, per tenere poi autonomamente sotto controllo l’accredito delle rate di NASpI. Anche chi ha inoltrato la domanda tramite Patronato, ricevuta la lettera di accoglimento, potrà consultare il prospetto di calcolo o farne richiesta all’operatore di Patronato stesso.

Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Partecipa alle conversazioni. Siamo oltre trentamila

Torna in alto

Pensioni Oggi

Sezioni

Speciali

Strumenti

Seguici