Precisazioni INPS sui requisiti per beneficare della nuova misura valida sino al 31 dicembre 2021. Per i potenziali beneficiari degli ANF l'Assegno Temporaneo sarà procedibile solo in caso di reiezione della domanda di ANF.
La Camera ha approvato definitivamente il ddl di conversione in legge del dl n. 79/2021, che riconosce da luglio a dicembre ai «nuclei» esclusi dagli assegni familiari (Anf), un bonus-ponte d'importo variabile da 30 a 218 euro al mese per ogni figlio minore.
L'assegno può essere corrisposto interamente al genitore convivente con il minore anche in caso di affido condiviso. I chiarimenti in un documento dell'INPS dopo l'entrata in vigore del dl n. 79/2021.
I chiarimenti in un documento dell'INPS. Dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021 gli importi sono maggiorati di 37,5€ al mese sino a due figli e di 55 euro da tre figli in su.
Coinvolti i nuclei familiari che non hanno diritto agli assegni al nucleo familiare. L'assegno ponte durerà sino al 31 dicembre 2021 in attesa dell'avvio dell'assegno unico.
Dal 1° marzo 2022 è ufficialmente in vigore la riforma dell'assegno unico per i figli a carico. Il sostegno spetta a tutti i nuclei familiari con figli minori, maggiorenni sino a 21 anni e, se disabili, anche oltre il 21° anno purché a carico. Si può percepire anche in assenza di ISEE.
Pagina 8 di 8
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati