L'Inps diffonde le prime indicazioni sull'incentivo previsto dal dl n. 34/2020 a favore delle filiere agrituristiche, apistiche, brassicole, cerealicole, florovivaistiche, vitivinicole, allevamento, ippicoltura, pesca e acquacoltura.
I chiarimenti in un documento dell'Inps. Domande respinte per chi non presenta istanza di ammissione all'incentivo tempestivamente dopo l'avvio dell'attività.
Lo prevede un passaggio del decreto legge Rilancio per incentivare il lavoro agricolo. Il cumulo è ammesso con riferimento ai contratti a termine di 30 giorni rinnovabili una volta, nel limite di 2 mila euro.
L'istanza di fruizione dell'esonero deve essere presentata all'Inps esclusivamente tramite il canale telematico entro 120 giorni dalla data di inizio dell'attività. I chiarimenti in un documento dell'Inps.
I chiarimenti in una nota dell'Ispettorato del Lavoro. Per il recupero delle prestazioni indebite dei lavoratori agricoli va verificata l'effettiva attività in concreto svolta dal lavoratore, indipendentemente dalla qualificazione aziendale.
L'Inps precisa le modalità di determinazione dell'anzianità contributiva per la liquidazione della pensione in regime di cumulo e totalizzazione in presenza di contribuzione agricola.
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati