Lavoro

Lavoro

L’Inps recepisce le nuove aliquote di finanziamento dopo la riforma degli ammortizzatori sociali. C’è tempo sino a settembre recuperare o versare gli arretrati riferiti ai periodi di competenza da gennaio a giugno.
I chiarimenti in documento dell’Inps dopo l’ultima proroga contenuta nel dl n. 24/2022. Fino al 30 giugno resta la possibilità, «di norma», di svolgere l’attività lavorativa in modalità agile, con eventuale spostamento ad altra mansione, e l’equiparazione a ricovero ospedaliero dei periodi di assenze da lavoro.
I chiarimenti in una nota dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. L'osservanza dei presupposti contrattuali sarà affidata ai professionisti del lavoro (consulenti del lavoro, avvocati e commercialisti). La semplificazione sarà valida in relazione ai flussi di ingresso 2021 e 2022.
In Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero della Salute che regola le modalità di corresponsione del beneficio. Domande al via entro 30 giorni ma serve una DSU valida al momento della presentazione.
Attivato da ieri dall’Inps il servizio on line per domestici, collaboratori, lavoratori a tempo determinato, stagionali, intermittenti, lavoratori dello spettacolo, autonomi occasionali e incaricati alle vendite a domicilio. I domestici hanno tempo sino al 30 settembre, le altre categorie sino al 31 ottobre 2022.
I chiarimenti in un documento dell'Inps riguardano i lavoratori che hanno fatto istanza (poi rigettata) per l’indennizzo Covid-19 di 40 euro al giorno ai sensi della legge n. 178/2020.
© 2022 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. Tutti i diritti riservati