Approfondimenti

Approfondimenti

Una guida relativa alla modalità sperimentale di riscatto dei buchi contributivi tra un lavoro e l'altro a disposizione dei soggetti che hanno iniziato il lavoro dopo il 31 dicembre 1995.
Ai lavoratori è concessa la facoltà di coprire retroattivamente i periodi di contribuzione omessa dal datore di lavoro pagando il relativo onere di riscatto. 
Con le Riforme degli ultimi anni è stato temperato il divieto di cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo o dipendente. Dal 2009 il divieto resta solo sui trattamenti pensionistici di invalidità e sulle prestazioni ai superstiti.
Sono coefficienti che, ai fini dell'applicazione del metodo retributivo, vengono utilizzati per rivalutare le retribuzioni degli ultimi anni di lavoro e determinare le quote A e B di pensione.
L'ordinamento riconosce alcuni benefici sulla pensione per i lavoratori che sono stati esposti per oltre 10 anni all'amianto o che hanno contratto malattia professionale
Il massimale è il tetto retributivo oltre cui il reddito percepito non è soggetto a contribuzione previdenziale. E' stato fissato dalla legge 335/1995 che ha introdotto il sistema di calcolo contributivo.
© 2020 Digit Italia Srl - Partita IVA/C.f. 12640411000. All Rights Reserved.